Parco Storico della Resistenza Pian d’Albero

Località Pian d’Albero – Comune di Figline Valdarno (Firenze)

 

Il 27 marzo 2008 è stato firmato l’accordo per l’istituzione del Parco storico della Resistenza di Pian d’Albero e la trasformazione di Casa Cavicchi in Luogo di Memoria. Il documento è stato siglato dal Comune e dalla Provincia di Firenze, dai Comuni di Figline Valdarno, Bagno a Ripoli, Greve in Chianti, Incisa Valdarno, Rignano sull’Arno, Reggello e dall’ANPI provinciale di Firenze. L’accordo prevede l’acquisizione e la ristrutturazione dell’immobile che fu teatro di un tragico episodio della Resistenza in Toscana: la strage che ebbe luogo il 20 Giugno 1944, nella quale persero la vita trentasette persone, alcune delle quali  nel corso della battaglia mentre altre furono prese prigioniere e successivamente impiccate in località Sant’Andrea. Tra le vittime della strage vi fu anche il quattordicenne Aronne Cavicchi alla cui memoria è stato dedicato  un film. Il Comune di Figline Valdarno, come ente capofila, si è impegnato a predisporre gli atti per la definizione del Casolare Cavicchi come sede di un museo della resistenza e per valorizzare l’area del Parco Storico della Resistenza. Successivamente il Comunde di Figline chiederà alla Regione Toscana di sostenere con la sua partecipazione e un impegno finanziario il progetto creazione del Parco Storico della Resistenza. Gli Enti firmatari hanno concordato di affidare la gestione del Museo della Resistenza di Pian d’Albero all’ANPI provinciale di Firenze.