Rifugio antiaereo – Comune di Massa

via Bigini località Martana, Massa (Massa Carrara)

 

http://rifugioantiaereo.comune.massa.ms.it/

Associazione culturale Sancio Pancia Tel: Marco Rossi, 329/0227861

E-mail: :sanciop@supereva.com

 

Comune di Massa:

Ufficio della Memoria, Palazzo comunale via Porta Fabbrica, 1 – 54100 Massa

Tel. 0585 490467 – fax 0585 45603   URP: numero verde 800 013846

E-mail: ufficiodellamemoria@comune.massa.ms.it

 

Rifugio antiaereo recuperato e riaperto dal Comune di Massa nel 2006, con la volontà di preservare un luogo di memoria legato alla Seconda guerra mondiale. Il rifugio antiaereo della Martana è uno dei rifugi pubblici costruiti durante la seconda guerra mondiale nella città di Massa con lo scopo di dare riparo alla popolazione durante gli attacchi aerei angloamericani. Situato in una delle zone più popolose del centro storico, il rione della Martana, a poca distanza dalla vecchia sede del municipio e dalla piazza del mercato cittadino, venne costruito a partire dalla metà del 1942 e completato poco più di un anno dopo. Il rifugio si sviluppa per circa 350 metri a partire da metà di via Bigini fino a metà di via Prado, è costituito da una galleria scavata nella roccia ed in parte rivestita di calcestruzzo. All’interno del rifugio sono esposti manifesti e bandi del ventennio fascista relativi ai comportamenti da tenere in caso di attacco aereo, e foto della città di Massa dopo i bombardamenti angloamericani. È inoltre possibile vedere il dvd “Di Terre Ferite” realizzato dall’associazione culturale Sancio Pancia nell’ambito del progetto del Comune di Massa “Per non dimenticare – un ponte sulla memoria fra Italia e Polonia”, cofinanziato dall’Unione Europea. Il dvd raccoglie le interviste di quattordici testimoni dei bombardamenti avvenuti sulla città di Massa nel corso della II Guerra Mondiale.