Articoli marcati con tag ‘Lucca’

Comitato Recupero e Valorizzazione Fortificazioni Linea Gotica

P.zza Pascoli 3, Borgo a Mozzano (Lucca)

http://www.lineagoticatoscana.com/it

Tel: 0583/888881 – 0583/88075

E-mail: proloco@borgoamozzano.org; info@lineagoticatoscana.com

 

Associazione culturale del Comune di Borgo a Mozzano. Le finalità sono il recupero e la valorizzazione delle fortificazioni della Linea Gotica nella Media Valle del Serchio. Organizza visite guidate su prenotazione. Il sito dell’associazione è diviso in sezioni relative alla storia, ai luoghi, alle immagini delle fortificazioni della Linea Gotica nella Media Valle del Serchio.

Portale Sant’Anna di Stazzema

Area di riferimento: Lucca

 

http://www.santannadistazzema.org

 

Il portale è destinato a contenere l’archivio digitale di tutto il materiale raccolto e custodito nel Museo, a raccontare e diffondere la storia e soprattutto la memoria dell’eccidio di Sant’Anna.

Le sezioni principali raccontano La Storia, La Memoria, Il Parco, Il Museo, Il Paese, Le Iniziative. Ogni sezione è, in sostanza, un sito a sé, con un menu diverso e una grafica che la caratterizza. Unodegli scopi del Portale è diventare il principale strumento d’accesso ai tanti link che citano e riportano documentazioni relative ai fatti di Sant’Anna di Stazzema.

 

 

Museo storico della Resistenza

via Coletti 22, Sant’Anna di Stazzema (Lucca)

 

http://www.santannadistazzema.org/sezioni/IL%20MUSEO/

Tel. e fax: 0584 /772025;    Tel. 0584 /772286

E-mail: santannamuseo@comune.stazzema.lu.it

 

Ricavato sulla vecchia struttura delle scuole elementari del paese, è stato inaugurato nell’autunno del 1982, dal Presidente della Repubblica Sandro Pertini. Il 19 settembre 1991, grazie alla Legge Regionale n.39/91, venne trasformato nell’attuale Museo Storico della Resistenza.

Lo spazio museale è immaginato come l’articolarsi di un percorso aperto, con luoghi di relazione e punti di visuale che evidenziano il rapporto spaziale tra le esposizioni interne ed il territorio circostante, dove parte degli eventi descritti si verificarono, creando un serie di corrispondenze stabili con la storia, l’identità e la morfologia del luogo. Sulla facciata esterna, al fianco della lapide che riporta l’ode di Calamandrei a Kesselring, è posta una riproduzione scultorea di un particolare di Guernica di Picasso. Il Centro di documentazione del Museo Storico di Sant’Anna di Stazzema ha sede presso il Museo Storico della Resistenza di Sant’Anna di Stazzema. Sono disponibili in consultazione volumi riguardanti la Resistenzala Seconda Guerra Mondiale, con una sezione dedicata alla Toscana e a Sant’Anna in particolare. Il Centro di documentazione mette a disposizione di visitatori e studiosi il materiale raccolto nel corso degli anni, aggiornandolo costantemente sulla base delle più recenti pubblicazioni. Conserva un fondo fotografico relativo al periodo 1940-2000 diviso per soggetti: guerra, stragi, bombardamenti, paesaggio, centri urbani, foto aeree, ritratti di vittime del fascismo, cerimonie e manifestazioni pubbliche, commemorazioni di stragi. 

Parco Nazionale della Pace

Sant’Anna di Stazzema (Lucca)

http://www.santannadistazzema.org/sezioni/IL%20PARCO/

 

Resp.le dott.ssa Iolanda Lucarini

Tel. 0584775204  -  Fax 0584777259  -  Port. 348/8542143

lucariniiolanda@comune.stazzema.lu.it  –   santannamuseo@comune.stazzema.lu.it


Il Parco Nazionale della Pace di Sant’Anna di Stazzema si estende sul territorio collinare circostante il paese, concentrandosi nell’area sacrale che, dalla piazza della chiesa e dal Museo Storico della Resistenza, attraverso la Via Crucised il bosco circostante, giunge al Col di Cava, dove è posto il Monumento Ossario. E’ stato istituito con la Legge 381 del 2000, con l’obiettivo di mantenere viva la memoria storica dei tragici eventi dell’estate del 1944 ed educare le nuove generazioni ai valori della pace, della giustizia, della collaborazione e del rispetto fra i popoli e gli individui.

Il Parco, sia dal punto di vista morfologico che funzionale, vuole costituire un connubio ideale tra ambiente, storia e memoria, grazie ad uno stretto collegamento tra la natura incontaminata, i borghi e gli insediamenti sparsi sul colle e i luoghi dell’eccidio. All’interno del Parco Nazionale della Pace si organizzano iniziative, manifestazioni, mostre, convegni, a livello nazionale ed internazionale.

 

ANPI – Sezione di Viareggio

via Cesare Battisti 1, Viareggio (Lucca)

Tel: 0584 430691

E-mail: anpiviareggio@gmail.com; anpiprovincialucca@gmail.com

 

Ha collaborato all’organizzazione delle ricorrenze più importanti a livello nazionale e locale; promuove mostre e attività nelle scuole del comune.  Organizza dal 1963 il premio   “I giovani nella vita pubblica del paese” riservato agli studenti della scuole medie inferiori e superiori di Viareggio. Conserva una piccola raccolta fotografica e la documentazione sociale più recente.


ANPI – Sezione Gino Lombardi di Pietrasanta

Piazza Duomo 11, Pietrasanta (Lucca)

http://www.anpiginolombardiversilia.it

Corrispondenza: C.P. 171, Pietrasanta

Recapito: Palazzo del Mutilato, Seravezza

Contatti telefonici:

Moreno Costa 0584 769647

Giovanni Cipollini 0584 768043     380 4528410

E-mail: info@anpiginolombardiversilia.it

 

La Sezione di Pietrasanta fu fondata nel 1946 e con quelle di Forte dei Marmi, Seravezza, Camaiore, Massarosa e Viareggio costituì il Comitato Versiliese dell’Associazione. Negli ultimi venti anni, per ragioni organizzative, gli iscritti sono confluiti nelle due sezioni di Pietrasanta e di Viareggio, che hanno continuato l’attività nell’intero comprensorio versiliese. La sezione “Gino Lombardi” si propone di svolgere attività finalizzate alla valorizzazione del patrimonio storico e ideale dell’antifascismo e della Resistenza, in stretta collaborazione con gli enti locali, la scuola e altre associazioni patriottiche. Sul sito è presente una cronologia della Resistenza in Versilia e delle stragi nazifasciste; sono presenti i nominativi dei sacerdoti versiliesi uccisi, dei caduti della Resistenza versiliese e dei caduti alleati in Versilia e sulla Linea Gotica. È inoltre presente una sezione dedicata alle biografie di alcuni protagonisti della Resistenza in Versilia. Infine una parte del sito è dedicata a gallerie fotografiche, contributi video e audio. La sezione dei documenti comprende: testimonianze, saggi, contributi giornalistici, la Costituzione italiana, atti della Commissione parlamentare di inchiesta sulle cause dell’occultamento di fascicoli relativi a crimini nazifascisti, Atti delle inchieste sulle stragi dei tribunali di La Spezia, Perugia, Vicenza.

 

 

 

resistenza, antifascismo, stragi, nazismo, linea gotica

Associazione Nazionale Reduci dalla Prigionia, dall’internamento, dalla guerra di Liberazione, e loro familiari

Sede Toscana: Lucca

Sede legale: Via Sforza, 4 – Roma

Sede operativa (Segreteria Generale, rapporti con i Soci e Biblioteca): Via Labicana, 15/A Roma.

Tel. 06 7004253 – fax 06 70476419

E-mail: info@anrp.it – anrpita@tin.it

http://www.anrp.it

L’ANRP, Ente Morale per Decreto Presidenziale 30 Maggio 1949, ha sede centrale in Roma.

L’Associazione svolge un’azione di promozione sociale: convegni e incontri su temi specifici di interesse storico e culturale in genere; pubblicazioni di studi e saggi (libri e quaderni); periodica presenza sul piano informativo attraverso la rivista “Rassegna”. L’Associazione, nel proprio ruolo “assistenziale” e di “tutela”, ha avanzato ed avanza richieste su temi quali la previdenza e l’assistenza. Promuove inoltre manifestazioni nel campo della cultura, dell’arte, della musica ecc.

 

 

Circolo partigiani sempre

Via del Terminetto, 35, Lucca

Tel: 0584 961917

E-mail: linearossa.sn@tiscali.it

 

www.linearossa-rpc.it

 

E’ nato nel 2006 allo scopo di produrre informazione su temi come l’antifascismo, la resistenza, il razzismo e l’imperialismo. Le principali attività del Circolo riguardano l’organizzazione di due festival culturali e ricreativi. Organizza inoltre dibattiti, convegni e proiezioni di film e documentari. Nella sua sede è presente una biblioteca di circa mille volumi suddivisi in base alle tematiche: storia del PCI, storia della Resistenza, antirazzismo, antifascismo, antiimperialismo. Conserva una videoteca con film e documentari e l’archivio dell’attività interna.

 

 

Storia e memorie del ’900 – Portale della Regione Toscana

http://www.regione.toscana.it/memoriedel900

 

Storia e memorie del Novecento intende dare conto del lavoro di ricerca e di ricognizione storiografica e antropologica avviato in Toscana con il progetto (Regione Toscana-IDAST) Interventi per salvare la memoria degli eccidi nazifascisti, varato conla Legge Regionale n. 59 del 1999. Tale progetto si è allargato al recupero della memoria del periodo della seconda guerra mondiale e in modo particolare della Linea gotica.

Le sezioni principali del portale – che nella home page informa su iniziative e progetti organizzati dalla Regione Toscana prevalentemente nell’ambito del Giorno della Memoria e del Ricordo – sono: Storia e memorie; Fonti.

Nella prima sono riportati documenti, fonti e testimonianze sulla Linea Gotica e sugli eccidi nazifascisti. Nella seconda sono riportate testimonianze, un censimento delle fonti orali, notizie sulle fonti tedesche, l’elenco delle azioni tedesche contro i civili, un archivio fotografico, un archivio dei monumenti.

All’interno del portale sono confluiti i risultati del progetto Interventi per salvare la memoria delle stragi nazifasciste in toscana: fonti sonore e audiovisive per la ricerca a cura di Claudio Manfroni; memorie pubbliche e memorie private: le ricerche IDAST a cura di Caterina di Pasquale (Schedatura della documentazione raccolta relativa ai case studies presi in considerazione; schedatura della documentazione raccolta relativa a Etnografie delle commemorazioni).

 

ResistenzaToscana.it

http://www.resistenzatoscana.it

E-mail: webmaster@resistenzatoscana.it

 

ResistenzaToscana.it è il sito ufficiale della Federazione Regionale Toscana delle Associazioni Antifasciste e della Resistenza. Ha iniziato la sua attività il 24 aprile 2003. L’obiettivo è proporre ad un pubblico il più vasto possibile grandi quantità di materiale sul binomio Resistenza/Toscana, concentrandosi sulle persone che hanno preso parte alla Resistenza in Toscana, non necessariamente toscane, e sui toscani che hanno partecipato alla Resistenza, non necessariamente in Toscana. Le associazioni federate sono: Associazione Nazionale Deportati Politici nei Campi Nazisti, Associazione Nazionale ex Internati, Associazione Nazionale Partigiani d’Italia, Associazione Nazionale Perseguitati Politici Italiani Antifascisti, Associazione Nazionale Superstiti Reduci e Famiglie Caduti Divisione Acqui, Associazione Nazionale Reduci Prigionia e Internamento, Associazione Nazionale Veterani Reduci Garibaldini, Associazione Partigiani Cristiani, Associazione Toscana Volontari della Libertà, Federazione Italiana Associazioni Partigiane, Associazione Nazionale Famiglie Italiane Martiri, Associazione Famiglie Partigiani Caduti

Nelle varie sezioni del sito sono presenti: informazioni circa iniziative e ricorrenze; il censimento dei monumenti presenti in Toscana e in altre regioni che citano partigiani toscani; una mappa geografica interattiva dei monumenti; una carta geografica interattiva attraverso la quale è possibile visualizzare i luoghi della memoria; una serie di racconti sulla resistenza in Toscana suddivisi per provincia; una lista di biografie di patrioti e partigiani, spesso corredate da fotografie e documenti, con collegamenti ai monumenti attraverso i quali i protagonisti sono ricordati; files audio, documenti, foto e testi di vario genere.

 

Guerra ai civili. Stragi naziste in Toscana dal 1943 al 1945

Dipartimento di Storia dell’Università di Pisa – Via Pasquale Paoli 15, Pisa

http://www.stm.unipi.it:81/stmstragi/

Paolo Pezzino: Dipartimento di Storia Moderna e Contemporanea, piazza Torricelli 3/A. 56126 Pisa (Italy)

Tel: 050 2215400

E-mail: p.pezzino@unipi.it

 

Luca Baldissara Dipartimento di Storia Moderna e Contemporanea, piazza Torricelli 3/A. 56126 Pisa (Italy)

Tel: 050 2215400

E-mail: l.baldissara@stm.unipi.it oppure baldissara_luca@iol.it

 

Gianluca Fulvetti: Dipartimento di Storia Moderna e Contemporanea, piazza Torricelli 3/A. 56126 Pisa (Italy)

Tel: 050 2215400

e-mail:g.fulvetti@stm.unipi.it oppure gfulve@tin.it

 

All’interno del sito sono esposti i risultati di una ricerca volta alla costruzione di un atlante delle stragi naziste in Italia – coordinata dal prof.Paolo Pezzino dell’Università di Pisa – che ha utilizzato un’ampia documentazione archivistica (archivi italiani, britannici, statunitensi e tedeschi) e testimonianze orali. Il sito è suddiviso in due sezioni: stragi in Italia e stragi in Toscana.

Per la Sezione Stragi in Italia il gruppo nazionale di ricerca, in origine costituito da nuclei di 4 regioni (Campania, Puglia, Toscana, Emilia Romagna), ha censito, catalogato e analizzato le stragi di popolazione civile commesse dalla Wermacht e dai reparti della Repubblica Sociale Italiana nel periodo dell’occupazione tedesca in Italia. Questa sezione comprende una parte dedicata all’elenco degli episodi, una alla documentazione ed una alla bibliografia.

Per la sezione Stragi in Toscana la regione è studiata dal gruppo di ricerca nazionale come campo privilegiato di osservazione e di verifica della guerra ai civili per le dimensioni e la qualità che il fenomeno assunse in questo territorio nei lunghi mesi dell’occupazione tedesca. Per ricostruire la complessità dello scenario toscano il gruppo riunito attorno all’Università di Pisa si è avvalso della collaborazione di molti ricercatori e dello studio di diverse fonti documentarie. Combinando materiali di diversa provenienza archivistica – dai grandi archivi alla più microscopica ricerca condotta presso gli archivi comunali toscani, fino alle testimonianze orali raccolte a più riprese da Giovanni Contini – il gruppo è pervenuto alla stesura di un database completo degli episodi di strage occorsi sul territorio e di schede specifiche per ogni episodio. Questa sezione comprende una parte dedicata ai dati degli episodi, una ai case studies ed una alla bibliografia. Sul sito è possibile accedere al Database ed ad una interfaccia crono-geografica.

Museo Storico della Liberazione 1943-1945

Palazzo Guinigi, Via S. Andrea 43, Lucca

Samuele Bernardini: 0583 342010;

Gualtiero Alberghini: 0583 55338;

Nusia Hoffman: 0583 56847

 

Il Museo Storico della Liberazione è stato istituito nel 1988, per iniziativa di un´Assemblea formata dai membri dell´Associazione Toscana Volontari della Libertà e da quelli del Centro Educazione Democratica, aderenti alla Federazione Italiana Volontari della Libertà. Il Museo prende in considerazione le vicende dell´Esercito, della Marina e dell’Aeronautica Italiana relative al periodo bellico 1940-1943. Conserva cimeli, fotografie, cartine, uniformi della guerra, e una particolare sezione è dedicata alle urne contenenti la terra dei cimiteri militari d´Italia e dei luoghi italiani dove furono compiuti eccidi nazisti. Il patrimonio di oltre 1.000 volumi, attualmente in deposito, sarà riordinato e catalogato per la futura biblioteca. E’ possibile effettuare visite guidate ed attività didattiche per le scuole.

 

Istituto storico della Resistenza e dell’età contemporanea in provincia di Lucca

 Piazza Napoleone 32/12, Lucca

http://www.italia-liberazione.it/lucca

Tel e fax: 0583 55540

Casella postale 421

E-mail: iststores@tiscali.it

 

Fondato nel1977, l’Istituto storico della Resistenza in provincia di Lucca ha assunto nel1984 l’attuale denominazione e si è associato all’INSMLI. L’istituto svolge attività di ricerca, di raccolta di documenti, di didattica della storia nelle scuole. Il periodo storico di interesse è quello relativo al Novecento e l’area è quella della provincia di Lucca: Garfagnana, Versilia, Piana, Medavalle.

Sul periodo della guerra partigiana l’archivio conserva: in originale o in copia da Acs, Ussme, Naw e Bundesarchiv di Friburgo, documentazione riguardante la divisione Monterosa, lo Stato maggiore della 14ª Armata, la battaglia di Sommacolonia e lo sfondamento della Linea Gotica, la Repubblica SocialeItaliana, il carteggio del gen. Carloni con Graziani, il suo Stato maggiore e con Mussolini; accanto ad alcuni diari personali, di Giovanni Satti e di Maria Dispenza, sono consultabili anche i diari storici della 92ª divisione Buffalo e del 360° battaglione della stessa divisione; la documentazione relativa alle stragi compiute nella zona e in particolare quella riguardante le vittime civili dei bombardamenti, l’eccidio della Certosa di Farneta, l’assistenza alla comunità ebraica e alla popolazione civile e il salvataggio della Pinacoteca comunale, la deportazione di ebrei; circa 320 manifesti originali del periodo fascista e della guerra di liberazione, che periodicamente vengono esposti in mostre organizzate nei comuni di tutta la provincia; i fondi ANPI di Lucca, don Angelo Mei, CLN di Lucca, l’archivio dell’XI zona patrioti Pippo (bb. 15) e l’archivio del PCI (1960-1990.); una Videoteca con 200 videocassette e l’Audioteca con 100 cassette audio di testimonianze. Per la didattica, in collaborazione con il settore Pubblica istruzione della Provincia di Lucca, l’Istituto ha avviato il progetto “Itinerari della memoria”, allo scopo di avviare gli studenti alla raccolta della documentazione sugli avvenimenti di storia contemporanea locale e coinvolgerli nella ricerca delle fonti. Nell’ambito del progetto, vengono organizzate periodicamente visite alla Linea Gotica, a Farneta, a Sant’Anna di Stazzema ed in molti altri luoghi teatro di importanti episodi della guerra di liberazione.

Archivio di Stato di Lucca

Sede Centrale: Piazza Guidiccioni 8, Lucca

Sede Sussidiaria: Via dei Macelli 155, Lucca

http://www.archiviodistatoinlucca.it

Tel: 0583 491465-955909;  Fax 0583 469396

E-mail: as-lu@beniculturali.it

 

L’Archivio di Stato di Lucca conserva i fondi: Comitato Nazionale di Liberazione di Bagni di Lucca, 1944-1946; Comitato Nazionale di Liberazione di Coreglia, 1944-1946; Comitato Nazionale di Liberazione di Lucca e comunali di Barga, Giuncugnano e Massarosa, 1944-1946.


CREA LA TUA RETE DI MEMORIA:
RETE DI MEMORIA PER TEMATICA
RETE DI MEMORIA PER TIPOLOGIA:
RETE DI MEMORIA PER PROVINCIA: